31.3.03
Quando ti affacci dalla finestra dell’ufficio e vedi rotten.com live.
Quando al posto della tua macchina lasciata in via Soffredini trovi un post-it con scritto: “grazie anche per l’impianto stereo qualitativamente valido”
Quando dedichi un agosto 12 ore al giorno a un progetto che andrà sostanzialmente a puttane, ma questo non intaccherà il tuo rapporto con la mousse vitasnella
Quando insisti quotidianamente con la pausa cioccolata-banana per cali improvvisi di carboidrati e autostima
Quando fumi il 50% di marlboro lights con il tuo confidente primario
Quando educhi il tuo confidente primario alle barclay
E dalla finestra vedi fasulo demoralizzare il pirellone
E anche l’incenso dei marocchini passa da 3 carte a 3 euro
E consumi una tempesta di neve in birreria
E quasi quasi fai la tessera SMA per aumentare di volume il portafoglio
E riesci anche a lavorare davanti a un ex-poliziotto
Poi ti abitui alla perla sciolta della tua psiche gemella
Alla pausa paglia instabile
A essere schiava del proprio agonismo sulla milano-lecco
Fottutissimo Viale Monza mi mancherai, cristo.



A quest’ora ci sono più culi che canali.



Arkangel: Giorgio russa così forte che domani cambiate numero civico.
Logan: si, domani mi trovo il parmigiano già grattugiato in frigo.



28.3.03
Fino a quando non vedo carri armati targati burger king non mi stupisco



Quando mi vedranno uscire spettinata in vestaglia con due taniche di benzina in mano sapranno che sto per andare a piedi a dar fuoco alla omnitel



27.3.03
Dannato e Benedetto il giorno in cui ho incrociato i tuoi fottuti occhi alieni



26.3.03
Donnie Brasco, tetto e fumafuma



Interviewer: Quale musica le piace?
Capossela: "Quella che ti costringe ad accenderti una sigaretta, o a cercare di svignartela"



Nox, davanti a un .doc traboccante di macro: non posso star mica qui a SMINARE tutto il giorno file word, cazzo



25.3.03
Atomiche in casa, ma solo per difesa.
Io da mesi dormo abbracciata a un missile cruise, ma per paura degli zingari.



Nel tratto viale-monza > carimate la mia auto sul rettilineo ha sorpassato in velocità il mio cervello.



A: sete?
Logan: mi berrei anche il pediluvio acqua e sale di mio zio.



24.3.03
24 marzo 2003 ore 3 am scopro il contenuto della ventiquattrore di Pulp Fiction.
Appellarsi al proprietario.



22.3.03
A quest’ora su sordide reti locali -per la televendita di coltelli- affettano vacche in corsa con la mannaia.



Il periodo dell’ovulazione lo deduci dalla quantità in cui subisci il fascino della divisa.



Portare solo estetica in sala conferenze
tiri fuori la prolunga opalescente dell’alimentazione di un powerbook e hai già vinto.



Calcolando di aver perso il 50% di papille gustative primordiali per causa maggiore e scelte di vita oncogena, ho la netta sensazione mnemonica che anche le fragole avessero un sapore.



21.3.03
Saddam Hussein e i 40 sosia
Quello vero lo arrestano domani sera allo Shocking Club in zona Garibaldi con un cuba libre in mano e in pastiglia.



Conteggi
Non dormo da 49 ore
Vicini di casa giurano di avermi sentito gridare SPARATEMI



Montaggio video.
Premiere genera errori e sgretola file di sistema
(il sogno americano)
Ciccando il pulsante CREA PREVIEW appare una finestrella con dicitura:
stima del tempo:
PARECCHIOTTO



19.3.03
considerazioni.
3 fottuti giorni alla mia destituzione
3 fottuti giorni all’Operation Iraqi Freedom
il ferrero rocheR non disseta
avrei voluto vederti, su quel palco



18.3.03
Ho sempre manifestato di non volere Patrimoni Culturali a casa mia.
Non so gestire l’incolumità di un cd originale, figuriamoci i Fenomeni scientifici.
MA da tempo, in mezzo alla mia mansarda, soggiorna il Triangolo delle bermuda.
Questo spiega dove butto il tempo dal momento in cui mi alzo dalla sedia del pc (2 a.m.) a quando arrivo sul cornicione (4 a.m.)
(percorso di metri dieci piastrellati)
Il tutto non sconvolge la mia coscienza cronologica illusoria,
ma mica dovrò pagare una sovrattassa immobiliare




Arkangel: cazzo ogni tanto mi sembra di parlare con dei comodini
Logan: Si questo non è un mondo, è un fottuto mobilificio



17.3.03
Blogger VS Alba sul tetto
0 a 2



15.3.03
Propongo nuova linea di cioccolatini Ferrero: i Pocket Valeriana



Ho i capelli rosso militare.



14.3.03
Dietro i vigneti di vhs anonimi, raggruppati in base a scarabocchi irresponsabili sull’involucro, nascondo la mia valigetta dell’Apocalisse.
La valigetta dell’Apocalisse, secondo l’Onu, deve stare sotto ai 10 kg di peso per non sovraccaricare la schiena durante la corsa per schivare l’Atomica deflagrata presso il tuo domicilio.
Ricordo di averla da quando riponevo dentro il kukident per la pulizia dell’apparecchio mobile.
Da quando genitori attenti e abbonati di Famiglia Cristiana si scordarono il canale 3 acceso dopo le 11 e mezza e io, a sei anni, vidi un documentario su Hiroshima e Nagasaki.
Da allora sento quel sibilo nucleare ogni notte.
Non che sia reo della mia insonnia, poverino.
L’aggiornamento del contenuto valigetta va effettuato alla scadenza del mascara water-proof, ottimo per i grossi trasferimenti d’acqua e di zolle crostali oceaniche.
Opzionali : Crackers vitasnella con pochi grassi saturi, perché l’ultima persona al mondo abbia ventre piatto davanti l’ultima telecamera al mondo. Opzionali perché qualcuno ha documentato che una famiglia è riuscita a sopravvivere per anni nutrendosi di colla per tendaggi.
Pallina antistress a forma di animaletto domestico, per placare il nervosismo chimico causato dalle polveri radioattive.
Guanti di gomma e stivaloni da pescatore per camminare agevolmente tra i cadaveri.
Più un 60% di spazio libero personale.
Ingombrato da un Lee Enfield N.4 di quattro kg spesi bene.
Il tempo per montarlo e sono già morta di inedia.



13.3.03
Festeggio il mio licenziamento al chilometro 70 dell’A1. Invitato chi dimostra di saper amministrare più di un litro di barolo.
(arsenio sulla fiducia)



(Nasa): mai così vicini agli extraterrestri. (il nuovo): sono state trovate forme di vita aliene, ad un esame autoptico ricordano Dolce & Gabbana



Premio Fiat Custom 2003
Panda personalizzata con adesivo artigianale : “Cinzia” in Comic Sans Italic
Su portiere –ambedue- e lunotto posteriore.
Alla guida, con uno sguardo botanico, Cinzia.



12.3.03
Il mio tetto è l’evoluzione dello scivolo dell’asilo.
Quando sei nel punto più alto hai l’assoluta certezza che in quel momento hai troppe cose da fare nell’immediato per morire



Quantità di carboidrati ingerita nelle ultime 24 ore insufficiente per un novantenne casalingo influenzato.
Con permesso, cado in deliquio.



Oriano Ferrari: te la offro IO la sigarettina
Arkangel, dopo intense perizie: senti ma come mai sa di Rustichella?
Oriano Ferrari: le ho prese al take away.



11.3.03
Lunedì notte.
ultimati i molteplici effetti di valeriana mista a etanolo versatile e piade romagnole, recupero la cornea cristallina per considerare cosa una persona come ME, lasciata sola a casa nel weekend per lavorare, può produrre nel suo appartamento.
Il vandalismo nichilistico.
Vago sopra le 20 testate di quotidiani aperti alla pagina spettacoli e mi emoziono quando vedo un frollino vitasnella non muffo. Bottiglie vuote da 33 cl -weiss imperante- segnano il numero di riga dell’articolo alla quale ho interrotto l’edificante lettura per recuperare compagni di suicidio, animati o non
Vagiti di massive attack sillabano la voglia di morire sopra spine di rose rosse appassite
Vicino al caminetto, drappelli di acari in divisa chiudono le elezioni politiche e gli atti di proprietà della mansarda.
Colture di penicillina gratuite nascono crescono e decedono ignorate dalle mani settimanali delle filippine, assenti se io presente, causa incompatibilità di punti di vista sul quadro di klee sopra caminetto. E sostanzialmente incapacità di convivere con il l’aspirapolvere.
Pacchetti di barclay saturi di post-it e mikado. Ansia da parto.

Meno due settimane al mio nuovo capitolo esistenziale.



L: Posso mettere asereje?
Nox: Preferisci le stampelle o la sedia a rotelle?



10.3.03
Performance live dilazionata dall’anno undicesimo al quattordicesimo in occasione Feste Adolescenziali, era Per Elisa di Beethoven suonata al pianoforte, con una benda che mi copriva gli occhi, un vestito alla Jessica Rabbit e bondage elaborato, davanti a intere scuole medie smarrite.
Scremando, verità è che la suonavo bendata davanti a gruppi di consumatori elementari di tramezzini, per lode sbrode agonismo e estetica. Poi col tempo e le guerre si diventa più dark meno cartoon e meno tribute, e ci si ritrova a suonare un nocturne di chopin, nel buio fitto delle 3 di notte, da sola.



Questi turni accademici tra bulimia e inappetenza farebbero la fortuna di qualche psichiatra. La vorrei femmina, la psichiatra, acida e con complessi emotivi latenti dall’età prepuberale.
Voglio testare fino a quando l’essere umano dietro compenso può accettare di venire massacrato.
Un po’ come essere obbligati a vedere domenica in.
NIENTE di personale.



8.3.03
Bleeding Gums Murphy è morto da tempo.
Sui tetti rimango io e un sassofono.



6.3.03
Compro Tempi Morti per ristabilire sistema nervoso primario.



5.3.03
Ricordiamo ai potenziali miei futuri medici curanti che in caso di dialisi non voglio sangue di scooterista.



4.3.03
ogni giorno di questo periodo plumbeo sento crescere il desiderio dell'odore del napalm alla mattina presto. (= 12 a.m.)



3.3.03
chi possiede il ganglio nervoso dell’autolesionismo inconscio non ama girare illeso.
Perché sa che è imminente the big one.
Il campanello di allarme suona quando da più di una settimana né ecchimosi né lesioni traumatiche si proiettano sullo strato epidermico.
Ma la mia tranquillità derivata dalla lenta cicatrizzazione della nocca si rivela impulsiva.
Metto sottosopra il mazzo di 7 rose pervenutomi venerdì in ufficio da Mr. Perfezione per farlo seccare. Un’ora dopo sto attraversando il salotto per lanciarmi sul fornello elettrico, determinata a spegnerlo dopo 50 min di trascurata vaporizzazione (mezzo litro di acqua per il thè > evaporazione completa: 1,2 h) (30 cl di acqua per il thè > evaporazione completa e padellina combusta: 45 min) (statistica > numero padelline bruciate: 8, numero vicini lagnosi: 1)
Nella violenza inconsulta mi imbatto nel fascio di spine e ricamo la mia coscia destra.
Odio accostarmi scenograficamente a gesù.



Io girerei volentieri 'Gola Profonda' con Eddie Vedder.



2.3.03
Nel tunnel introduttivo di un vortice influenzale opprimo diverse persone per visionare The Ring.
Dopo un quarto d’ora, sono l’unica poltrona voltata a 180° direzione uscite di sicurezza.
Dopo mezzora, intuisco che in un periodo così emotivo è male permanere in condizioni che non ti permettono la soppressione del subwoofer tramite telecomando personale.
Dopo quaranta minuti, il protagonista uomo guadagna 100 Punti Maschio.
Stimo la sala Al Completo e penso a quelli che non hanno trovato biglietto e sono ripiegati a 007 die another day, ed esprimo invidia karmica.
Delibero una nottata sdrammatizzante, dvd fruibili: Star Trek, Simpson, The Ice Era.
Subisco in modo disturbato il finale americano intelligente.
Conclusioni: nessuna, ho rimosso la trama durante Star Trek L’Insurrezione.
Altre conclusioni:il tricipite del mio limitrofo porta la sindone dei miei canini



1.3.03
A. dobbiamo uscire, e parlare un po’ di politica.



 

 

 

: d a i l y
m o n t a g n e r . i tv e n a c u t t h e s e c r e t l i e v e a n s i av a n e s s as t r e n l i n k
p a l l o n e d a c h i l l e d o n A n t h o n y u o m o n e r o p i z i a n. s h e r r y l e e
f a l s o q u a d r o b r e k a n e h o t e l a r s e n i o r i l l o spock

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

: s a c r e d
v i o l a t o rc a l v i nc o f f e e t h e g o d f a t h e rb r e t z e l
p u m ap i a n ob a t m a n 1 - 2 a k i r a m c k e a n myan*G*el

 

 

 

 

 

: a n d
e g o n s c o t l a n dk l i m te i r ee s c h e r
p e a r l p o r t i s h e a dm o r c h e e b aa l a n i s b a o l

 

 

 

 

 

: a r k i v e



: m o r e